1992 – 2017: 25 anni di Avis Baucina

Vorrei tornare a parlare di Baucina, quel paesino in cui sembra non succedere mai nulla, quel paesino che sembra non avere nulla. Tutto ebbe inizio il 9 Dicembre del 1992 quando venti persone firmarono l’atto di fondazione dell’Avis comunale di Baucina. Già nel suo primo anno di attività, il 1993, il numero di soci salì a 65 per un totale di 72 Unità di Sangue raccolte. Ma la storia della solidarietà di Baucina è ben più lunga, infatti dal 1989 il signor Salvatore “Totino” Ciringione (futuro presidente dell’Avis provinciale di Palermo) organizzava già delle raccolte nel piccolo centro, appoggiandosi alla sezione di Palermo. Totino è inoltre lo stesso a cui si deve l’iniziativa dell’istituzione della sezione di cui stiamo parlando. Ma se dobbiamo ad esso la nascita; la crescita e lo sviluppo vennero grazie alla guida paterna dell’attuale presidente: l’irriducibile Francisco Arnone. La strada non è stata semplice, da allora ben 491 soci sono passati dai lettini (attualmente sono 250) e sono state raccolte 6326 unità di sangue. Adesso parliamo dei protagonisti di questa meravigliosa favola: i donatori. Essi con spirito di altruismo hanno donato non solamente del sangue, ma speranza e vita ai più deboli e bisognosi, senza mai chiedere nulla in cambio. Loro sono l’Avis; i bambini che pensano siano dei momenti magici le donazioni e che tutto si concluda con il succo di frutta sono l’Avis; le persone che, pur non essendo donatori, si sacrificano affinché tutto possa svolgersi al meglio sono l’Avis. Allora gli auguri voglio rivolgerli ad ogni singolo membro di questa grande famiglia, delle persone straordinarie che ogni giorno salvano delle vite nell’anonimato e col sorriso sulle labbra. Ci vediamo alla prossima sacca!

Il comunicato del Presidente in occasione del 25 Anniversario della fondazione della sezione di Baucina.

Questa voce è stata pubblicata in Baucina e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.